lunedì 3 febbraio 2014

INNATA ELEGANZA di AUDREY HEPBURN

Ci sono donne nella storia del cinema che sono entrate nell'olimpo  della bellezza grazie agli abiti creati per loro dai più grandi couturiers del mondo, quale Valentino, Versace, Givenchy, e molti altri.  
Audrey Hepburn ha dominato la scena mondiale tra il 1950 e 1960 con la sua innata eleganza. Corpo esile, occhi da cerbiatto, naïve come in Colazione da Tiffany o Vacanze Romane, pellicole che l'hanno resa celebre e premio oscar a soli ventiquattro anni.
Ripercorrendo la vita di Audrey attraverso i libri, le mostre fotografiche, ho riproposto il look della diva in Colazione da Tiffany.
 Per creare il look di Audrey mi sono avvalsa della collaborazione dell'Atelier "Il Filo di Penelope", che ha gentilmente curato i costumi. La mantella nera in contone è una creazione della stylist Francesca P.

Ho sempre ammirato la raffinata beltà di Audrey per questo ho voluto ricreare il make-up della diva secondo la mia visione.

IL MAKE-UP
Le sopraciglia sono folte, sulla palpebra mobile ho applicato un'ombretto color sabbia e nella piega ho creato una leggera ombra con un omretto marrone.

Lungo la rima cigliare ho tracciato una  linea  di eyeliner  che diventa spessa sulla parte superiore per poi allungarsi verso l'esterno e tanto mascara.

Le labbra contornate da una matita color natural sonos state riempite con un rossetto color light red  e rinvigorite da un tocco di gloss chiaro.

Gli zigomi sono evidenziati da un fard color pesca  e i punti luce sono leggermente illumninati con una cipria satinata color ivory.

HAIR STYLE
Per la realizzazione dell'acconciatura, ho cotonato i capelli,  realizzando del volume sulla parte superiore della testa, nella parte inferiore ho raccolto i capelli creando una banana fissandola con forcine e lacca. .


Elegante anche nei gesti più comuni Audrey resta  in assoluto un'icona di femminilità e raffinatezza.

Nessun commento:

Posta un commento